Un nuovo giardino a Matera voluto dall’Associazione MOM (Mamme Materane all’Opera) progettato e realizzato insieme a Linaria nell’ambito del progetto Basilicata Fiorita, promosso dalla Fondazione Matera-Basilicata2019 per il cluster Gardentopia del dossier di candidatura.

Linaria è stata coinvolta dalla Fondazione per sviluppare le strategia di condivisione e diffusione del progetto MOM e per attivare un workshop di costruzione del giardino.

Gli obiettivi sono subito chiari: creare un nuovo spazio pubblico che possa diventare un riferimento nel quartiere, un luogo di conoscenza e sperimentazione, ma soprattutto di aggregazione sociale. Con il giardino le MOM si propongono per attivare una rete di competenze, energie, risorse che nel loro insieme funzionino da moltiplicatori di cultura, relazioni, scambi.

Proprio un anno fa, il 25 settembre del 2015, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvava l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. L’Agenda fissa 17 obiettivi da raggiungere entro il 2030 per migliorare le condizioni di vita nel pianeta. Una strategia globale che deve essere perseguita anche a livello locale.

Abbiamo festeggiato questo primo anniversario insieme al workshop GIARDINO MOM poiché tale iniziativa vuole contribuire a livello locale a perseguire i seguenti obiettivi dell’Agenda 2030:

  • 3 Salute e benessere
  • 4 Istruzione di qualità
  • 11 Città e comunità sostenibili
  • 12 Consumo e produzione responsabili
  • 15 La vita sulla Terra

L’AREA

L’area scelta dall’Associazione MOM per il nuovo giardino condiviso si trova in Piazza Giovanni Semeria a Lanera, uno dei rioni costruiti negli anni ‘50 a seguito dello svuotamento dei Sassi di Matera. Si trova in posizione elevata, su una delle colline più alte della città, nei pressi del Castello Tramontano.

Nell’area di progetto sono presenti due piccoli “giardini privati”, uno ben delimitato da una recinzione e l’altro definito da una serie di arbusti ed erbacee da fiore. Entrambi gli spazi sono curati e gestiti da due famiglie che vivono nell’edificio adiacente. E’ già in atto quindi una parziale adozione e cura dell’area. Inoltre una parte dello spazio viene utilizzato da anni per il tradizionale falò di San Giuseppe.

Prima dell’inizio del workshop, il Comune di Matera si è occupato di ripulire tutta l’area e di lavorare il terreno lungo tutta la fascia perimetrale, facilitando il compito di piantumazione di alberi e arbusti.

LA PRIMA RESIDENZA

La prima residenza di Linaria a Matera si è svolta dal 21 al 23 marzo 2016. Durante questo periodo Linaria, insieme alle MOM, ha dato il via allo sviluppo delle principali linee guida del futuro Giardino MOM che includeranno un orto, un frutteto e un’area gioco. Uno spazio complesso, vario, colorato e dinamico di cui possano fruire i bambini all’uscita da scuola per giocare, ma da utilizzare anche per tante attività diverse, come corsi e laboratori con la Scuola Primaria Semeria e con le altre associazioni partner dell’associazione MOM.

Queste le attività realizzate:

  • organizzazione di un accurato sopralluogo nell’area di progetto;
  • presentazione del progetto ai bambini di quarta e quinta elementare della Scuola Primaria Semeria e consegna di un formulario dove raccontare e disegnare sogni e richieste per il futuro giardino;
  • organizzazione di incontri per la ricerca di nuovi partner per l’organizzazione di feste ed eventi nel quartiere per aiutare a condividere e diffondere gli obiettivi dell’Associazione MOM;
  • visita ad alcuni vivai locali per verificare la disponibilità di piante rustiche – arbusti, erbacee e alberi – che possano contribuire a diffondere la biodiversità e a creare un giardino fiorito e vario;
  • organizzazione dei primi eventi in giardino!

IL LAVORO DI LINARIA CON LE MOM

LE PRIME FESTE MOM

LA SECONDA RESIDENZA

Dal 26 al 30 settembre 2014 si è realizzato a Matera il workshop di progettazione e costruzione Giardino MOM per la realizzazione di uno spazio verde pubblico che permetterà lo sviluppo di una serie di attività ricreative all’aperto. Il workshop, diretto e coordinato dall’architetto del paesaggio Michela Pasquali per Linaria, è stato organizzato in collaborazione con l’Università di Basilicata e con il Politecnico di Milano.

Grazie all’impegno di tutti gli iscritti al workshop in cinque giorni di lavoro siamo riusciti a dare avvio alla prima consistente fase di costruzione del giardino che proseguirà nel tempo grazie a un continuo processo di cura e di evoluzione dello spazio da parte delle MOM e dei suoi partner. Hanno contribuito alla riuscita del workshop i professori Corinna Morandi e Andrea Rolando del Politecnico di Milano e la professoressa Maria Valeria Mininni dell’Università di Basilicata.

Questo piccolo lavoro ha dimostrato che la riqualificazione degli spazi abbandonati della città non passa solo per interventi eclatanti e di grande visibilità, ma anche con il contributo di progetti più semplici, su piccola scala, che portano comunque a una profonda trasformazione del modo di vivere la città.

Hanno partecipato al workshop trentasei persone venute da tutta Italia con esperienze e curriculum diversi, ma tutti legati da un comune interesse nella costruzione dello spazio pubblico e nei processi di progettazione partecipata.

Alcuni commenti dei partecipanti:

L’esperienza del workshop è stata assolutamente positiva per me, lavorare con la comunità e per la comunità è quello che miro a fare nella mia vita e questo workshop è stato sicuramente di input . Credo che tutte le parti  dei vari gruppi hanno dato un buon risultato, singolo e nell’insieme. è uscito davvero un buon lavoro. Volevo solo aggiungere che sono felice però di aver fatto parte del gruppo strutture: gruppo allegro e ben assortito e in sintonia, ma sopratutto è stato bello realizzare, se pur piccola, una struttura e per una volta passare dal foglio alla realtà.

Sara

Ho fatto altri workshop ma questo è stato un po’ “speciale”, un po’ “magico”…forse come Matera… ogni angolo una scoperta… ogni momento, un momento da vivere e condividere…
Claudia

Il workshop è stato per me un’esperienza veramente bellissima.
Ho ancora quelle città, le persone e soprattuto le torte delle Mom sempre nei miei pensieri… : )

Katia

È stata una bellissima esperienza e ti ringrazio ancora moltissimo. Ho avuto modo di conoscere tante care persone con cui spero di rimanere in contatto e di collaborare ad un meraviglioso progetto.

Adriano

IL LIBRO DEL GIARDINO DEI MOMENTI