Linaria torna a lavorare al MAAM (Museo dell’Altro e dell’Altrove Metropoliz), dopo il workshop organizzato nel 2013, per ricostruire completamente le vasche che ospitano quattro varietà antiche di alberi da frutto.
L’idea era, ed è ancora oggi, quella di costruire uno spazio precario e in evoluzione, con l’obiettivo di creare un giardino versatile, mobile e smontabile, progettato per adattarsi a cambiamenti continui. E in questo modo, ancora, si evidenzia un’analogia e una ricorrenza del fare artistico: la natura precaria come un’installazione, ma, soprattutto, come traccia del dimorare e dell’abitare, dell’aver cura.
Hanno contribuito alla costruzione delle nuove vasche per le piante: Carlo Gori, Melina Monteforte, Nicoletta Carrozza, Charlotte Marcellesi, Francesca Abbate ed Elise Lanteri.
La pittura a terra è stata realizzata insieme a Samantha Ceccobelli, Azzurra Brugioli, Margherita Vicenti. Disegno e progetto di Michela Pasquali, Samantha Ceccobelli e Cristina Sciarrone.

LUOGO: MAAM (Museo dell’Altro e dell’Altrove Metropoliz) Via Prenestina, 913 – Roma

PROGETTO: Linaria – Michela Pasquali

INIZIO LAVORI: novembre 2017

DIREZIONE LAVORI: Michela Pasquali